Interrompere la serie negativa e tornare al successo tra le mura amiche, questo l'obiettivo della Salernitana domani pomeriggio contro il Pescara. Una prova tutt'altro che facile, anche se gli abruzzesi non navigano certo in buone acque. La sfida porrà di fronte ai granata ben quattro vecchie conoscenze, due delle quali, Fabio Maistro e Pawel Jaroszynsky, hanno lasciato Salerno di recente. Il centrocampista scuola Fiorentina ha vissuto una sola stagione in granata, quella scorsa, tra alti e bassi, riuscendo a dimostrare solo a sprazzi il suo talento che gli è valso, peraltro, la convocazione in Under 21. Trentatré presenze e due reti agli ordini di Ventura, prima di lasciare la Salernitana ed accasarsi al Pescara, dove ha presto conquistato la maglia da titolare. Il difensore polacco, invece, si è dimostrato di gran lunga il giocatore più affidabile nella scorsa stagione, motivo per cui la sua mancata riconferma ha lasciato scontento più di un tifoso. Un altro ex che ha lasciato bei ricordi a Salerno è Massimiliano Busellato, in granata soltanto per una stagione, nel 2016/17, in cui si è conquistato il favore del pubblico per impegno e dedizione, collezionando 25 presenze e 2 reti. Infine va menzionato anche Gennaro Scognamiglio, prodotto del vivaio della Salernitana, con cui non ha però mai esordito in prima squadra. 

Anche i biancazzurri si ritroveranno di fronte degli ex ora in granata: Norbert Gyomber, autore di una breve parentesi in Abruzzo da gennaio a maggio 2017 con 10 presenze complessive; il neoacquisto Mamadou Coulibaly, cresciuto nelle giovanili del Pescara con cui ha debuttato nel calcio professionistico giovanissimo, totalizzando 32 presenze e 2 gol nel 2017/18; infine Mirko Antonucci, autore di 19 presenze e 0 reti in biancazzurro nel 2018/19. 

Sezione: News / Data: Ven 22 gennaio 2021 alle 21:00
Autore: Valerio Vicinanza
Vedi letture
Print