Nessuna bocciatura da parte della FIGC, ma necessità di integrare la documentazione e fornirne una più dettagliata. Rispetto alle solite, fantasiose ricostruzioni propinate da qualcuno oggi pomeriggio semplicemente per gettare benzina sul fuoco, registriamo un sensibile passo in avanti rispetto alla possibilità di iscrivere la Salernitana perseguendo la strada del trust. Tra domani e lunedì i legali rappresentanti delle due "fazioni" si incontreranno ancora, si discuterà di due punti in particolare: la durata della proroga (Gravina non vuole andare oltre i sei mesi, la società chiede due anni anche per regolarsi di conseguenza in base alla categoria di militanza) e il nome del trustee. E, per chi ha un minimo di sale in zucca, era impossibile pensare che gli avvocati di Lotito e Mezzaroma avessero proposto la figura di Angelo Fabiani, pronto invece ad assumere l'incarico di direttore generale affiancato dal ds Alberto Bianchi e dal team manager Salvatore Avallone. Confermato, inoltre, che non c'è stato nessun gioco a rialzo rispetto a trattative chiuse nelle scorse settimane: ad oggi la cessione della Salernitana non è mai stata vicina e gli avvocati hanno lavorato con alcun imprenditori sotto traccia, a fari spenti e senza clamori mediatici. Il resto è vile acchiappaclick che serve solo a generare caos. Per buona pace di chi crede ancora a certe cose.

Sezione: News / Data: Gio 17 giugno 2021 alle 23:00
Autore: Luca Esposito / Twitter: @lucesp75
vedi letture
Print