SALERNITANA: tutto pronto, si ricomincia...

01.06.2020 13:30 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: il Mattino
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
SALERNITANA: tutto pronto, si ricomincia...

Questa mattina sono stati effettuati «il secondo giro» di tamponi, i prelievi del sangue, test e controlli cardiologici. Subito dopo sono iniziati gli allenamenti in gruppo per la Salernitana, doppia razione giornaliera: «parola» alla tattica e al pallone, spazio si spera alla libidine. «Ventura è impegnato a risintonizzare la squadra». Il virgolettato è del direttore sportivo Fabiani e le frequenze sono quelle di una squadra che prende la rincorsa. «Che anno è, che giorno è?». Lotito da ragazzo ad Amatrice ascoltava le canzoni-poesia di Battisti ma «i giardini di marzo» li ha gelati il Covid e a Pasqua non è stato più possibile «tirare le somme per capire a che punto siamo», come aveva pronosticato l'allenatore dei granata. Il bilancio sarà rinviato a metà luglio: se tutto andrà bene e il pallone rotolerà di nuovo cominciando da Ascoli-Cremonese, gara di recupero fissata al 20 giugno, in piena estate la Salernitana potrà riaggiornare le proprie ambizioni. Settimo posto al momento per l'ippocampo, 42 punti: il Crotone, secondo, è lontano 7 punti e l'Empoli, nono, pressa (-2). Dieci partite, sei in casa e quattro in trasferta: sulla carta ma il campo non è carta squadre meno forti nelle prime curve (Pisa, Entella, Cremonese, Juve Stabia, Ascoli) e poi scontri diretti in chiave playoff nelle ultime cinque gare della stagione regolare, contro Cittadella, Crotone, Empoli, Pordenone, Spezia.

LO SCENARIO Chi para? Micai ha fatto esami. Riposerà cinque, sei giorni ha assicurato la Salernitana - e poi potrà di nuovo infilare la mano destra contusa nel guanto. Acceso il lampeggiante, ci sono luci (soffuse) di mercato: Jallow è sempre anima inquieta e piace al Vicenza. C'è ovviamente pure un piano alternativo, se il treno del calcio-azienda dovesse all'improvviso frenare per cause di forza maggiore. Per non farlo deragliare, sarebbe pronto... l'algoritmo. Ne ha parlato Gravina, il presidente della Federcalcio: "La momentanea sospensione porterebbe a playoff e playout". In Serie B, è fondamentale che l'Ascoli (i marchigiani hanno ufficializzato l'allenatore Abascal, il Cosenza attende la deroga federale per Occhiuzzi al posto di Pillon) affronti la Cremonese nel recupero. In questo modo, tutte le squadre avranno lo stesso numero di gare disputate. In caso contrario, incomberebbe il pericolo ricorsi.