AVALLONE: "Mancherà la spinta dello stadio. Scommetto su Giannetti"

05.06.2020 18:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di tuttoSALERNITANA.com
AVALLONE: "Mancherà la spinta dello stadio. Scommetto su Giannetti"

"Conoscete tutti le potenzialità del nostro stadio. Indubbiamente ci sono delle pressioni che in altre piazze non si registrano, quando le cose vanno male si avverte un certo malumore. Ma è evidente che sia un vantaggio e che ci mancherà la nostra gente, avremmo giocato tre gare su quattro in casa e immagino che l'Arechi ci avrebbe dato una mano. Speriamo che possa cambiare qualcosa anche sotto questo punto di vista, per fortuna la curva dei contagi sta scendendo sensibilmente e ho sentito che anche la FIGC ragionerà in merito a stretto giro di posta. Quanto alla squadra, i calciatori hanno lavorato molto bene durante questi tre mesi di sosta forzata e anche lo staff medico ha notato una condizione generale importante. Mi sento di scommettere su Giannetti, è un attaccante che si muove benissimo e che in questa categoria ha dimostrato di avere mezzi importanti. Avrei voluto acquistarlo ai tempi del Sorrento, ma non ci fu la possibilità. Il nostro reparto offensivo è comunque ben struttura, il gioco di mister Ventura e le potenzialità degli esterni esaltano la fisicità di Djuric. Anche con Jallow spero ci possa essere un chiarimento, è un giocatore che può dare un contributo. Gondo? Non vede tantissimo la porta, ma fa un lavoro sfiancante che consente al compagno di reparto di esaltarsi". Così il team manager della Salernitana Salvatore Avallone ai microfoni di TvOggi.

L'esperto dirigente, ormai punto di riferimento fondamentale dentro e fuori il rettangolo verde, chiosa così: "Capisco la posizione degli ultras, ma ribadisco: secondo me un migliaio di persone, ben distanziate, possono assistere alle partite dagli spalti. Ne avremmo bisogno. Il calcio porterà gioia laddove c'è stata sofferenza. Sono molto fiducioso per queste ultime 10 partite, la Salernitana a tratti è la squadra che esprime il miglior gioco della cadetteria e ci sono calciatori pienamente recuperati e che, tre mesi fa, non avremmo avuto a disposizione. Peccato per aver buttato qualche gara in trasferta, forse è stato un problema di personalità. Le altre? L'Empoli ha un organico di livello, quasi paragonabile a quello del Benevento. Lo Spezia stava andando fortissimo, il Crotone è osso duro per tutti, il Frosinone non dà spettacolo ma è concreto, il Cittadella non può essere più considerato una sorpresa. Secondo me sarà un finale interessantissimo, la Salernitana se la giocherà alla pari con tutte e la società ha voglia di portare in alto i colori granata".