Riprenderà domani la preparazione degli azzurri in vista del prossimo match di campionato. Dopo aver annientato la Salernitana (seconda, prima di scendere in campo) l’Empoli è atteso da un altro test interessante e non semplice che potrebbe avvicinarci ancora di più alla gloria. Si andrà infatti a Lecce contro una delle candidate – almeno sulla carta – alla promozione finale, con i salentini che ad oggi sono quinti con 29 punti e non perde da quattro gare. Le variazioni, non andranno minimamente a scalfire nè l’assetto tattico, nè tantomeno lo spirito di questa squadra che ormai è ben consilidato. Ed ieri contro la Salernitana è arrivata davvero una partita maiuscola che mette il punto esclamativo sulla forza e sulle potenzialità di questa squadra. La Salernitana ha giocato davvero male ed ha palesato limiti da squadra che difficilmente potrà fare i playoff. Una partita perfetta, un primo tempo da manuale e da incorniciare nella storia dei secondi cento anni azzurri. L’intensità e la precisione con cui i toscani sono scesi in campo è stato davvero incredibile, ed il 4-0 con cui si è chiusa la prima frazione (10 tiri in porta ad 1) non puo’ far gridare all’impresa casuale. Un calcio cinico ma allo stesso tempo da far stropicciare gli occhi, azioni dei gol bellissime e quella netta e schiacciante superiorità che appartiene a pochi. Inevitabile aver concesso qualcosina in più nella ripresa ma una traversa ed il contropiede da manuale che fa alzare la “manita” certificano con tanto di bollo la super mega prestazione degli azzurri. pensare a quanto fatto fin qui.

Sezione: News / Data: Lun 18 gennaio 2021 alle 18:30 / Fonte: pianetaempoli
Autore: TS Redazione
Vedi letture
Print