Mentre a livello locale c'è ancora chi, con un certo coraggio, continua a parlare di alibi, la stampa nazionale ha rimarcato con una certa veemenza il trattamento non propriamente amichevole della classe arbitrale nei confronti della Salernitana. Il Corriere dello Sport, in un articolo a firma del giornalista Tullio Calzone, è tornato sugli episodi dello scorso turno parlando di "ammonizioni scientifiche" in riferimento ai provvedimenti disciplinari del signor Rapuano (ancora lui) a danno del Frosinone. Tutti i calciatori in diffida hanno ricevuto un cartellino giallo, ironia della sorte salteranno il match con il Monza di Berlusconi e Galliani. Sempre il CDS, invocando l'introduzione del VAR ancor prima degli spareggi salvezza e promozione, batte sulla direzione del signor Serra a Reggio Emilia. Per Calzone, e per la stragrande maggioranza dei moviolisti, la rete di Tutino era regolare e l'intervento di Djuric su Gyamfi non poteva essere sanzionato in virtù dei 20 centimetri di differenza tra i due calciatori. Rivedendo le immagini, effettivamente, il bosniaco prende posizione sfiorando l'avversario che, come capita spesso, accentua la caduta palesemente. Gol regolare, quindi, e altri due punti in meno in classifica per colpa delle giacchette nere. E con la tecnologia staremmo parlando di una Salernitana quantomeno seconda in classifica...

Sezione: News / Data: Mar 02 marzo 2021 alle 16:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print