Prima di Ascoli era opinione piuttosto diffusa che fosse fondamentale vincere almeno una delle due trasferte consecutive per alimentare le speranze promozione e dare un segnale alla folta concorrenza. Dopo il blitz in terra bianconera, frutto di una prestazione a tratti eccellente e di grande personalità, ora c'è la Reggiana all'orizzonte e non bisognerà assolutamente abbassare la guardia. Anche perchè, tra martedì e sabato prossimo, si giocherà contro Spal e Cremonese e il livello delle sfide sarà decisamente più alto. I granata dell'Emilia Romagna, in netta ripresa e col dente avvelenato (senza motivo), dovranno fare a meno di un paio di pedine importanti, ma c'è un Laribi in grande forma che sta trascinando i compagni verso una salvezza che sembrava insperata. Ma la Salernitana ha tutte le carte in regola per vincere ancora e dimostrare all'avversario (e a Galliani) che non ha bisogno del famoso "tavolino" per portare a casa punti pesanti. E vincere a Reggio Emilia sarebbe fondamentale anche in ottica promozione diretta. Il prossimo turno, infatti, propone gli scontri diretti Monza-Cittadella ed Empoli-Venezia: qualcuno perderà inevitabilmente punti e terreno, il cavalluccio dovrà essere bravo ad inserirsi continuando a rappresentare quella mina vagante che ha rotto tante uova nel paniere alle presunte big. Immaginate che carica agonistica avrebbe tutto l'ambiente se si arrivasse al big match con la Spal con sei punti su sei in trasferta e sette risultati utili consecutivi. Con la salvezza in cassaforte e un +8 sulla nona è ora di osare. E allora...corri Salernitana, corri! A Reggio senza paura per dare un altro dispiacere ai gufi e far capire che non c'è nessuna volontà di galleggiare. 

Sezione: News / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 16:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print