Vincere domani al Guido Teghil di Pordenone per far scivolare lontani i brutti pensieri causati dal KO contro il Monza: è questo il nuovo obiettivo della Salernitana di Fabrizio Castori.

Assieme ai granata, nell’ultimo turno di campionato si sono fermate anche Lecce ed Empoli, inciampate rispettivamente contro Cittadella e Ascoli. La lotta per la promozione diretta, dunque, resta apertissima, ma i campani non possono più sbagliare: contro il Pordenone si dovrà giocare col coltello tra i denti.

I Ramarri, dal canto loro, camminano sui carboni ardenti: la sconfitta rimediata in casa della Reggiana ha costretto gli uomini di Maurizio Domizzi a restare a quota 41 punti in classifica. Adesso la zona play out dista appena una lunghezza.

Nelle ultime cinque uscite in questa Serie B, i neroverdi hanno collezionato appena 7 punti, messi a bottino dopo due vittorie, un pareggio e due insuccessi. Fin qui, il Pordenone ha segnato 37 reti, subendone altrettante.

Nessun indisponibile per squalifica per Domizzi – ritorna da un turno di stop Barison – ma restano ai box Finotto e Morra, ancora fuori dalle disponbilità per guai fisici. Sara confermata, grossomodo, la formazione schierata sul campo della Reggiana sabato pomeriggio.

Se la Salernitana insegue una storica promozione – sarebbe la terza partecipazione alla Serie A della sua storia – il Pordenone deve allontanare i fantasmi di uno spiacevole finale di stagione. Appuntamento domani pomeriggio al Teghil.

Sezione: News / Data: Lun 03 maggio 2021 alle 20:30
Autore: Ferdinando Gagliotti / Twitter: @Ferdinandogagl3
Vedi letture
Print