SALERNITANA: 10 giornalisti appena al seguito della squadra, ecco in quanti saranno all'Arechi

29.05.2020 22:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/tuttoSALERNITANA.com
SALERNITANA: 10 giornalisti appena al seguito della squadra, ecco in quanti saranno all'Arechi

Il calcio ai tempi del Covid deve assolutamente adeguarsi, anche a costo di prendere decisioni che possono sembrare cervellotiche e contraddittorie. Ci chiediamo, ad esempio, che senso abbia vietare le esultanze ai calciatori risultati negativi ai tamponi quando puoi, sulle palle inattive, ci si strattona e si marca a distanza ravvicinatissima. Naturalmente le prossime partite saranno rigorosamente a porte chiuse, un danno economico ingente per le società ma anche morale per quei club che basano parte della propria forza sulla spinta dello stadio. In attesa di capire se il Governo tornerà sui propri passi qualora tra 30 giorni i contagi dovessero calare ulteriormente, giungono le prime indiscrezioni su coloro che potranno effettivamente prender parte all'evento agonistico. In 330, non di più, con l'obbligo di misurare la temperatura a tutti e di fornire alle autorità di forza pubblica le generalità dettagliate. Tra questi sono compresi i 22 calciatori in campo, gli arbitri, le riserve, i raccattapalle (otto), i cameramen, gli steward, pare un esponente dell'amministrazione comunale del posto qualora l'impianto non sia di proprietà della società. E i giornalisti? 10, almeno per ora. Con priorità assoluta a chi detiene i diritti tv a livello nazionale. Solo DAZN, tra bordocampisti e cronisti, occuperebbe già tre caselle. Considerando che a Salerno sono quasi in cento ad occuparsi di Salernitana, come si regolerà l'area comunicazione? "Si tratta di indiscrezioni, valide per la A. Attendiamo indicazioni per la B a stretto giro di posta" filtra da via Allende. Certo è che vietare anche alla stampa di fornire un servizio ai tifosi costretti a restare a casa sarebbe un autogol clamoroso. La sala stampa dell'Arechi, nello specifico, ha una conformazione tale da poter ospitare fino a 45 professionisti del settore come segnalato dalla società alle autorità prima della sfida col Pisa che, in teoria, doveva inaugurare queste novità.