Non sappiamo quante volte sia successo nella storia, ma la Salernitana continua ad essere molto vulnerabile in trasferta. Non si tratta dei punti conquistati, ma dei gol che purtroppo vengono subiti con una certa frequenza, spesso anche immeritatamente o alla prima azione pericolosa degli avversari. Anche con Castori, che cura benissimo la fase difensiva, per ora non è stata invertita la tendenza: gol del Chievo (su errore del portiere), rete del Vicenza (palla inattiva), due gol della Spal (palla inattiva e azione individuale) e anche l'1-0 in contropiede della Sampdoria in coppa Italia. L'ultima volta che la Salernitana, in campo esterno, ha abbassato la saracinesca è storia del settembre 2019, quando a Trapani non bastò l'assedio dei padroni di casa per battere Alessandro Micai. Da quel momento in poi tutti hanno approfittato delle disattenzioni difensive dei campani. In ordine prettamente cronologico e contando tutte le gare ufficiali: Livorno, Venezia, Pisa, Cremonese, Juve Stabia, Cittadella, Empoli, Spezia, Pescara, Chievo, Frosinone, Perugia, Entella, Ascoli, Crotone, Pordenone, Chievo, Vicenza, Sampdoria e Spal. Ben 19 squadre diverse, per un totale di 31 gol subiti pur avendo alternato tre portieri tra i pali. E' su questo aspetto che bisognerà assolutamente migliorare. Ma chiudiamo con una frase benaugurante: tra le due squadre che, in casa, negli ultimi due anni non hanno bucato la porta della Salernitana c'è proprio il Cosenza...

Sezione: News / Data: Sab 28 novembre 2020 alle 22:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print