Non sono state delle settimane semplici per l'ambiente granata: la squadra allenata da mister Castori non vince una partita dallo scorso ventisette dicembre. Da quel giorno soltanto sconfitte e soprattutto sono stati zero i punti portati a casa. Una discesa clamorosa che rischia di mandare all'aria quanto di buono fatto da settembre.

Dopo la partita di sabato, con il Pescara, quelli del cavalluccio marino dovranno affrontare, a febbraio, sette match di altissimo livello. Ventotto giorni di emozione, di ansie e paure, ma anche di godimento sportivo e di momenti da ricordare. E le avversarie che i campani incontreranno saranno, in ordine temporale: Reggina, Chievo, Pisa, Vicenza, Ascoli e Reggiana. Tutti club importanti, con delle qualità uniche. Ma come abbiamo più volte detto, e scritto, la Salernitana ha tutte le carte in regola per fare bene e stupire. E soprattutto giocarsela a viso aperto su qualsiasi campo. Questo momento negativo, dal punto di vista dei risultati finirà. E ci riprenderemo, dunque, quello che ci aspetta: non molliamo proprio ora.

Sezione: News / Data: Gio 21 gennaio 2021 alle 17:00
Autore: Orlando Aita / Twitter: @OrlandoAita1992
Vedi letture
Print