A distanza di tre giorni resta ancora impressa negli occhi e nei cuori dei tifosi della Salernitana l'incredibile rimonta di sabato col Venezia, un'emozione indescrivibile che terrà compagnia i granata in queste due settimane di sosta forzata. Tra gli uomini più brillanti del match contro i lagunari vi è senz'altro Sofian Kiyine, autore di una prova importante. Decisivo con le sue giocate nell'arrembaggio finale, è dai suoi piedi che parte il cross che conduce al raddoppio di Gondo. Dopo tante, troppe prove opache il marocchino si riscatta con una prestazione all'altezza delle sue doti tecniche, che non sono mai state messe in discussione. Fin troppo spesso l'ex Chievo ha sembrato giocare partite a sé, con tanta sufficienza, svogliatezza e poco mordente, ma è il Kiyine ammirato sabato all'Arechi quello di cui ha bisogno la Salernitana di Castori. Ora più che mai, in questo infuocato rush finale, ci si aspetta tanto dai giocatori di maggior qualità, in grado di decidere le gare con una propria giocata e il centrocampista marocchino ha tutte le carte in regola per farlo. 

Sezione: News / Data: Mar 20 aprile 2021 alle 21:00
Autore: Valerio Vicinanza
Vedi letture
Print