SALERNITANA: Gondo salta la prima del nuovo corso, ma sarà un jolly prezioso

02.06.2020 16:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
SALERNITANA: Gondo salta la prima del nuovo corso, ma sarà un jolly prezioso

Dalle stelle alle stalle il passo è stato breve. Parte del pubblico invocava il suo ingresso in campo soprattutto quando Cerci era in affanno da subentrante, oggi invece viene quasi additato come uno dei problemi della Salernitana. La riconoscenza, si sa, è il sentimento del giorno prima e molto spesso una piazza passionale ragiona con il cuore e di pancia accantonando...la testa. Certo, Cedric Gondo ha qualche limite tecnico evidente e davanti alla porta non è il bomber implacabile che serviva e che poteva indirizzare la stagione verso il primo posto, ma disconoscere i suoi meriti è fuori luogo. Anzitutto la classifica degli assist lo vede primeggiare in serie B: molto spesso le sue intuizioni hanno esaltato il compagno di reparto, anche perchè ha il merito di correre e combattere per due senza conoscere fatica caricandosi il peso dell'attacco sulle spalle. Non poco per un giovanissimo alla prima vera esperienza in B dopo una fugace apparizione remota. Aggiungiamo la doppietta col Crotone di pregevole fattura che ha consentito di scacciare la crisi, ma anche le due espulsioni procurate e la voglia di mettersi a disposizione quando non c'erano alternative e scendeva in campo visibilmente stanco e provato. Come a Cremona, quando seppe della morte del padre ma volle dare il suo contributo. Se davvero "noi vogliamo gente che lotta" è davvero fuori luogo contestare un ragazzo che ha ampi margini di miglioramento...e i numeri dalla sua parte. Peccato che salterà la prima gara del nuovo corso, quella contro il Pisa. Non per il discorso della quarantena, ma per una pregressa squalifica da scontare insieme a Lamin Jallow. Ma dalla settimana successiva tornerà a dare il suo contributo.