SALERNITANA: le probabili formazioni. Scalpita Giannetti, idea 4-4-2. Scamacca c'è

10.07.2020 08:31 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
SALERNITANA: le probabili formazioni. Scalpita Giannetti, idea 4-4-2. Scamacca c'è

Sfida affascinante quella in programma questa sera allo stadio Del Duca. Da un lato l'Ascoli, incredibilmente coinvolto nella lotta per non retrocedere ma rivitalizzato dalla cura Dionigi. Dall'altro la Salernitana di mister Ventura, in crisi di risultati lontano dall'Arechi ma comunque in piena corsa per la qualificazione playoff. Negli ultimi anni le Marche sono state terra di conquista per i granata, abili ad imporsi con Colantuono nel 2018 e con Gregucci nel 2019, sempre con risultati rotondi e meritati. L'ultimo ko in B contro l'Ascoli è storia del gennaio 2015, la partita del famoso "caso Monticciolo" che fece scuola.

COME ARRIVA L'ASCOLI

La settimana è stata caratterizzata dal tormentone Scamacca. Il centravanti non si è praticamente mai allenato, ha provato ad aggregarsi al gruppo soltanto nella rifinitura di ieri e partirà dalla panchina. Troppo rischioso gettarlo nella mischia, ancor di più perchè tra tre giorni sarà di nuovo campionato e una ricaduta sarebbe pericolosissima. E così tridente abbastanza scontato: i fantasisti Ninkovic e Morosini (bestia nera della Salernitana sin dai tempi di Brescia) agiranno alle spalle di Trotta, chiamato a sostituire anche l'altro infortunato Beretta. Mancano pure Gravillon e Brlek, fermati per un turno dal giudice sportivo. In difesa non ci sono dubbi: guiderà la retroguardia il giovane Ranieri, proprietà della Fiorentina accostato proprio alla Salernitana in questa settimana. Sulle corsie esterne piena fiducia a Padoin, Cavion sarà chiamato a conferire qualità alla manovra.

COME ARRIVA LA SALERNITANA

Sei potenziali titolari out per la sfida di stasera. Mancheranno, infatti, i difensori Mantovani e Aya, i centrocampisti Maistro e Dziczek, l'esterno offensivo Lombardi e l'attaccante Jallow. Potrebbe esserci un 4-4-2 atipico, con lo spostamento di Karo a destra e Lopez che vincerà il ballottaggio con l'alter ego Curcio. In mediana scelte obbligate: Akpro e Di Tacchio comporranno una diga muscolare e di quantità, bocciato Capezzi che ieri è stato bonariamente bacchettato in conferenza stampa da Ventura. Sulle corsie laterali rientra Cicerelli dopo un lungo stop per infortunio, prevista una staffetta con Alessio Cerci. Djuric guiderà l'attacco, presumibilmente affiancato da Niccolò Giannetti che non segna praticamente da un girone ed è stato tra i più bersagliati dai tifosi. Curiosità: la Salernitana non segna in trasferta dal derby di Benevento giocato nella prima settimana di febbraio. Astinenza di quasi 700 minuti.