Dopo il ritorno al successo,nello scorso turno contro il Pescara, la Salernitana di Castori è chiamata alla riconferma. La sfida di Lunedì sera, contro la Reggina di Baroni, per i granata sarà infatti la prova del nove, per certificare l’uscita definitiva dalla crisi delle ultime settimane. Davanti a sé la Salernitana avrà un avversario imprevedibile, capace di ottime prestazioni ma anche di cadute rovinose. A testimoniare ciò è il cammino dei calabresi, capaci di ottenere fino ad ora solo una volta due successi di fila, 4 in totale in tutto il girone d’andata, e alternando spesso pareggi e sconfitte . Ciò che manca, dunque, alla squadra amaranto è la continuità di rendimento, caratteristica che sta cercando di dare il nuovo tecnico Baroni. Tutto ciò naturalmente pesa sulla classifica, soli 18 punti e quint’ultimo posto condiviso con la Reggiana, per una squadra che meriterebbe molto di più.

La rosa della Reggina presenta infatti calciatori di ottimo livello, a cui i difensori granata dovranno prestare molta attenzione Lunedì al Granillo. Inutile citare i vari Menez, Cionek, Bellomo, Crisetig,giocatori esperti e che non hanno bisogno di presentazioni. Ma dovessimo indicare uno dei possibili pericoli a Fabrizio Castori per Lunedì, verrebbe da dire Michael Folorunsho. Centrocampista romano, seppur di origine nigeriana, di soli 22 anni, che nelle ultime settimane è diventato uno dei punti fermi dell’undici di Baroni. Lo dimostrano,infatti, le ultime sei partite giocate per 90 minuti e le due reti messe a segno negli ultimi quattro match. Folorunsho è un centrocampista dinamico, abile negli inserimenti, ma allo stesso tempo con una grande forza fisica e utile nel contenimento. La sua peculiarità è la duttilità nell’occupare diverse posizioni del reparto mediano, tant’è che ultimamente è stato impiegato sia da centrocampista che da trequartista in un 4-2-3-1. Partito da comprimario, quindi, ora sta conquistando sempre più spazio nella Reggina, così come ha fatto fino ad ora nella sua breve carriera.

Folorunsho, infatti, cresce calcisticamente nelle giovanili della Lazio, in cui raccoglie 54 presenze e 5 reti in 3 stagioni. Nella stagione 2017/18 ecco la prima occasione da professionista, in Lega Pro con la Virtus Francavilla. Qui il calciatore romano disputa due ottime stagioni, 66 presenze e 8 reti, così da attirare l’attenzione del Napoli di De Laurentiis. Partenopei che dunque l’acquistano, per poi girarlo in prestito la scorsa stagione al Bari , in quello che è un affare tutto in famiglia. Un grave infortunio colpisce però Folorunsho, costringendolo ad una pulizia articolare del ginocchio destro e facendogli saltare tutta la preparazione, più otto giornate di campionato. Così dopo una stagione difficile in Puglia, il centrocampista ritorna al Napoli che lo gira in prestito alla Reggina. Come accennato prima a Reggio parte nelle retrovie, ma ora con Baroni sembra aver trovato continuità e la giusta collocazione tattica.

Fino ad ora ha disputato 16 match, con 3 reti, ed è uno dei più in forma della Reggina nell’ultimo periodo. Quindi per il match di Lunedì sera, occhi puntati e attenzione su Michael Folorunsho, per evitare possibili pericoli dalle parti di Belec.

Sezione: News / Data: Mer 27 gennaio 2021 alle 17:00
Autore: Simone Caravano / Twitter: @CaravanoSimone
Vedi letture
Print