Lo stadio Castellani non ha certo rappresentato un portafortuna per i colori granata. Negli anni, infatti, sono arrivate tante sconfitte, alcune delle quali dolorose: il 5-2 del 2011 condannò la Salernitana alla retrocessione aritmetica in serie C, ricordiamo anche il 3-1 nell'era Zeman, il 3-0 con Ammazzalorso in panchina, il 2-0 del primo interregno Castori e, penultimo in ordine cronologico, il 2-0 nel segno di Rodriguez che interruppe la striscia positiva di Stefano Colantuono. C'è una curiosità, tuttavia, che restituisce un minimo di sorriso e risale all'anno solare 1999. Il Castellani, tra serie A e serie B, fu infatti l'unico stadio espugnato dalla Salernitana in campionato: 3-2 in massima serie con la tripletta indimenticabile di Marco Di Vaio a cospetto di un giovanissimo Arturo Di Napoli, addirittura 3-0 a novembre grazie alle reti di Di Jorio, Guidoni e Di Michele che rilanciarono le quotazioni dei ragazzi di Cagni. Anche quel giorno il cavalluccio marino fu scortato da pochi tifosi, complice la contestazione nei confronti del presidente Aliberti. Tempo due settimane e l'Arechi tornò ad ospitare 15mila persone che cantavano e tifavano. Segnale evidente che, in fondo, il pubblico granata è sempre stato così...

Sezione: News / Data: Dom 17 gennaio 2021 alle 19:30
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print