SALERNITANA: NESSUN VOLO PINDARICO, MA SETTE PUNTI IN TRE GARE....

19.10.2020 17:35 di Enzo Sica   Vedi letture
SALERNITANA: NESSUN VOLO PINDARICO, MA SETTE PUNTI IN TRE GARE....

A piccoli passi si va avanti anche con la consapevolezza che ci sono ancora ampi margini di miglioramento visto che siamo solo all'inizio di questo campionato di serie B. E la Salernitana che almeno per ora può guardare tutti dall'alto in basso ha qualità, crediamo, per dare un buon impulso a questa stagione. Per carità nessun volo pindarico anche se sette punti in tre gare potrebbero aprire nuovi scenari ma la lunghezza del campionato cadetto e tante gare ravvicinate (otto turni infrasettimanali sono davvero tanti...) devono far stemperare anche quelle che sono i pensieri futuri di una squadra che, crediamo, dovrebbe far divertire il popolo granata.

Non è roba di poco conto perchè con Fabrizio Castori in panchina questa nuova Salernitana sembra essere cambiata molto rispetto a quella della scorsa stagione. Il feeling tra società e tecnico con l'arrivo di calciatori di categoria che si stanno integrando nel miglior modo possibile è indice di grande disponibilità da parte delle componenti che, crediamo, sperano di regalare qualcosa di importante al popolo granata. Anche se i tifosi sono ancora scettici ed in contrasto con la società che è stata contestata dal termine della scorsa stagione un inizio così roboante potrebbe essere una cassa di risonanza che, in futuro, aprirebbe nuovi scenari. Che potrebbero far sotterrare l'ascia di guerra (si fa per dire) tra le due componenti.
E' chiaro che si è ancora lontano da una 'pace' con Lotito che dichiara 'la società non è in vendita ed i tifosi facciano solo i tifosi' con questi ultimi che rincarano la loro disaffezione verso il patron romano e mettono striscioni di contestazione in città.

Insomma una situazione che definire 'esplosiva' non si sbaglia affatto ma la parola deve solo passare al campo di gioco. E la squadra deve solo pensare a continuare questo trend positivo in campionato fin dalla gara infrasettimanale contro il Vicenza ed il ritorno in casa sabato contro l'Ascoli. Poi spazio alla coppa Italia con l'intrigante partita di Marassi contro la Sampdoria martedì 27 ottobre. Insomma tante partite ravvicinate con questa squadra granata, che non avrà paura di affrontarle con lo spirito giusto. E la consapevolezza che si può raggiungere sempre il massimo risultato cercando di mantenere, in campionato, questa prima posizione che gratifica tutto l'ambiente. E non è cosa di poco conto....