Non solo la Salernitana. Anche il Lecce si era battuto per la prosecuzione del campionato e per uno stop, eventualmente, previsto per gli ultimi sette giorni di aprile ma con sole due gare da disputare e più date a disposizione per gestire nuovi focolai. E' questo quanto emerso in questo fine settimana, a conferma del fatto che sono state principalmente le "piccole" ad appoggiare il lodo Galliani. I presidenti Sticchi Damiani e Mezzaroma, tra l'altro molto amici, avevano avuto ampie rassicurazioni fino al primo pomeriggio di una domenica calcisticamente parlando infuocata, poi il presidente Mauro Balata ha cambiato idea e il motivo non è stato ancora chiarito. Sarà un caso - e non lo è - ma le prime tre della classe, reduci da uno splendido periodo, hanno ripreso il loro cammino con sconfitte nette e clamorose: l'Empoli ko con l'Ascoli dopo sette mesi di imbattibilità, il Cittadella ha sbancato il Via del Mare siglando tre reti, la Salernitana è stata punita in zona Cesarini da Mario Balotelli che, rispettando le date originarie, non sarebbe sceso in campo. 

Sezione: News / Data: Dom 02 maggio 2021 alle 23:00
Autore: Luca Esposito / Twitter: @lucesp75
Vedi letture
Print