Non ha paura di nessun avversario, sul campo. Però del Covid sì. Perché contro il virus non si può giocare ad armi pari, e benché il gruppo squadra si sia blindato, l’incubo del contagio ha “bucato” pure la bolla rinforzata del club granata. La Salernitana ha un tesserato positivo, l’ha annunciato ieri mattina e nel pomeriggio ha annullato l’allenamento previsto al Mary Rosy, sottoponendo tutti a tamponi molecolari e test sierologici. Va da sé che non saranno gli unici controlli. Ma intanto oggi sono attesi i primi risultati. Nella nota con cui la società del cavalluccio marino ha reso pubblica la notizia, non il nome del positivo ch’è coperto dalla privacy, viene specificato che «il tesserato, al rientro dai due giorni di riposo, non è mai entrato in contatto con gli altri membri del gruppo». Però ovviamente adesso si naviga a vista e la marcia d’avvicinamento a Salernitana-Monza, il big match slittato al prossimo primo maggio, viene inevitabilmente turbata. In giornata i granata dovrebbero allenarsi regolarmente se non dovessero emergere altre positività, e però non significherebbe aver risolto il problema. Anzi. Il protocollo federale, che il club dell’ippocampo inasprisce ulteriormente con test rapidi privati fra un ciclo e l’altro di controlli ordinati dalla Figc, non obbliga al ritiro ma al rispetto d’una bolla mai come in questo momento delicatissima.

Sezione: News / Data: Gio 22 aprile 2021 alle 09:00 / Fonte: La Città
Autore: TS Redazione
Vedi letture
Print