Sarebbe stato il day after di Salernitana-Monza se sul cammino delle due concorrenti alla serie A non fosse mai apparso il semaforo rosso acceso dalla Lega B. Invece spazio solo a una lunga attesa, fino al prossimo primo maggio, per un big match che sarà verosimilmente all’insegna di rientri eccellenti. Due nomi su tutti. Da una parte Mamadou Coulibaly, dall’altra Mario Balotelli. Il primo è l’equilibratore del gioco di Fabrizio Castori, il secondo è il finalizzatore mancato alla truppa di Cristian Brocchi e alla ricerca di riscatto per non bruciare anche gli ultimi scampoli di carriera. Per i granata, da ieri nuovamente a lavoro al Mary Rosy dopo il lunedì di riposo concesso visto lo slittamento della supersfida con i brianzoli, gli occhi sono puntati tutti su Coulibaly. Ieri il possente mediano senegalese ha ripreso a correre, segnale importante in ottica Monza. Niente più tutore che lo ha accompagnato da oltre due settimane, ovvero dal post-vittoria con il Frosinone, bensì scarpe da ginnastica per tastare la caviglia destra che tanto aveva fatto spaventare Castori. Lo staff medico lo valuterà con grande attenzione nei prossimi giorni: la grande distanza che divide la Salernitana dalla sfida del primo maggio fa filtrare ottimismo sul recupero dell’ex Udinese. A sorridere più di tutti sarebbe il tecnico, pronto a rispolverare il predefinito 3-5-2 con il ritorno di Coulibaly in campo, sempre nell’undici base sin dal suo arrivo a gennaio, marcando visita solo nelle ultime gare contro Entella e Venezia causa infortunio.

Sezione: News / Data: Mer 21 aprile 2021 alle 09:00 / Fonte: La Città
Autore: TS Redazione
Vedi letture
Print