Dopo la 8^ giornata del campionato di Serie B ecco la Top 11 di Serie B di Tuttomercatoweb.com, basata sui voti della nostra redazione. A farla da padrone è il Lecce che, visto il 7-1 rifilato alla Reggiana, piazza tre giocatori: il difensore Calderoni, il centrocampista Mancosu e l’attaccante – autore di una tripletta – Coda. Il Cosenza, vittorioso a Frosinone, ne piazza invece due nell’undici: il difensore Tiritiello e l’attaccante Carretta. Fra i pali c’è Lamanna del Monza, che batte di un soffio Belec della Salernitana, mentre in difesa il terzetto è completato dallo spallino Salamon. A centrocampo Kupisz della Salernitana, Bisoli del Brescia e Sabiri dell’Ascoli completano il quartetto, mentre nel tridente trova spazio anche Forte del Venezia. Questa la formazione schierata con il 3-4-3:

Lamanna (Monza) 8 - In versione Superman. Tiene in partita i suo con almeno tre interventi miracolosi.

Tiritiello (Cosenza) 7 -Dietro non sbaglia niente. Si inventa addirittura un tacco smarcante per Sciaudone.

Salamon (SPAL) 7 - Una prestazione da leader assoluto del reparto difensivo, non sbaglia un intervento e riesce praticamente sempre ad anticipare Asencio. Nel primo tempo di testa realizza anche il gol del vantaggio.

Calderoni (Lecce) 7: aspetta sornione senza mai forzare, poi si toglie la soddisfazione di segnare il settimo gol dei suoi.

Kupisz (Salernitana) 7 – Si accende poco nel primo tempo, cresce vistosamente per intensità nella ripresa. Trova un gol tanto bello quanto importante, con un’incornata da vero centravanti.

Bisoli (Brescia)7 - Difficile collocarlo in un ruolo attuale del centrocampo, la rete segnata parla chiaro. Tiro di prima intenzione, conclusione imparabile: centrocampista sì, ma anche un bel senso del gol.

Sabiri (Ascoli) 7,5 - Il migliore nella formazione di Bertotto. Sua la migliore occasione del primo tempo, con una punizione che mette in seria difficoltà Borra. Nella ripresa è il giocatore più attivo in maglia bianconera e, nel finale, pareggia su punizione.

Mancosu (Lecce) 8 - Un giocatore di categoria superiore, un professore. Rappresenta una costante spina nel fianco della difesa emiliana, fornisce quattro assist ai compagni, ma sarebbero potuti addirittura essere di più.

Carretta (Cosenza) 7,5 - Lui che bomber non è, decide la partita con due gol da centravanti di razza.

Forte (Venezia) 7,5 - Due palloni ricevuti, due gol. La qualità che mette in campo è incredibile: ogni volta che libera il mancino fa male, quando non segna spaventa con tiri a fil di palo.

Coda (Lecce) 8 - Tripletta, pallone portato a casa per il figlio e un assist per il terzo gol di Tachtsidis. Quinta partita consecutiva in rete per l’ex attaccante del Benevento.

Sezione: News / Data: Mar 24 novembre 2020 alle 19:30
Autore: TS Redazione
Vedi letture
Print