Pericolo giallo in casa Salernitana. Da venerdì ricomincerà il tour de force, il calendario prevederà i primi fondamentali scontri diretti per la promozione e ci sarà bisogno dei migliori calciatori per conquistare punti pesanti e alimentare un sogno che inizia con la prima lettera dell'alfabeto. Certamente pensare di scendere in campo contro la Spal senza il Tutino visto ad Ascoli mette i brividi, ma sul capo dell'attaccante napoletano pende una diffida da diverse settimane e ci sarà bisogno di gestire la situazione con la massima attenzione, ancor di più perchè gli arbitraggi hanno spesso sfavorito la Salernitana e c'è chi teme un'ammonizione al primo minimo contatto o dopo una timida protesta. E così Fabrizio Castori potrebbe fare dei ragionamenti, pur consapevole che la Reggiana è in forte crescita e non bisogna sottovalutare l'avversario. Due le ipotesi. La prima è quella di partire con Tutino e concedergli un'ora con la speranza che il risultato si sblocchi e si possa farlo riposare per la mezz'ora finale, la seconda è di cominciare con il tandem Djuric-Gondo e valutare in corso d'opera l'evolversi della partita. Un bel grattacapo per lo staff tecnico che, però, ha sempre ribadito un concetto: "La partita più importante è sempre quella che dobbiamo giocare, non quella che verrà la settimana successiva. Non facciamo calcoli, in campo va sempre la formazione migliore". Anche Coulibaly è nell'elenco dei diffidati, ma ovviamente una eventuale assenza peserebbe di meno rispetto a quella del capocannoniere. 

Sezione: News / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 13:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print