Gennaro Iezzo è stato ospite telefonico della trasmissione SeiTv, ecco quanto ha dichiarato l'opinionista di OttoChannel ed ex portiere del Napoli della rinascita:

Che campionato vede quest'anno?

“L’anno scorso il Benevento ha distrutto il campionato perché era la più forte, stavolta vedo una stagione più equilibrata e anche l’Empoli, primo in classifica, ha avuto le sue difficoltà. Guardando il calendario e gli scontri diretti ritengo che la Salernitana abbia molte carte da giocarsi per la promozione diretta, certo mantenendo alta la concentrazione. Gli scontri diretti in casa sono importantissimi. Il mio pronostico è: Empoli primo, Salernitana seconda e poi una bella lotta tra tutte le altre, senza escludere un Venezia che gioca bene”.

Le piace Belec? Importante la sua striscia di imbattibilità...

“Anche io in passato non ho subito gol per tantissime partite, poi quando ne parli lo subisci. Belec starà facendo gli scongiuri, ma è sicuramente orgoglioso. Conta vincere le partite, se finisce 2-1 sei contento lo stesso”.

Vede un nuovo Iezzo in circolazione?

“Cerco di non fare paragoni, ci sono portieri più importanti di me. In A e in B vedo giovani bravi e di prospettiva: Cragno, Montipo, Meret. Togliendo Donnarumma che fa classifica a parte. L’Italia è sempre stata patria dei portieri, la nostra scuola è la migliore al mondo. Le società hanno più coraggio quando devono affidare la porta ad un giovane, oggi è molto più semplice”.

Salernitana da promozione diretta?

“Vedo similitudini con il Napoli che andò in serie A. Non esprimevamo un gran calcio, ma difendevamo molto bene. Il mio consiglio è non pensare soltanto ai playoff, in periodo di Covid può accadere di tutto e, con questa continuità, puoi arrivare anche secondo. Gli spareggi sono imprevedibili, ricordo quando il Benevento fu promosso e nessuno se lo aspettava. Stavano meglio di tutti e furono perfetti”.

Un errore non investire nel mercato di gennaio?

“Se li prendi non vanno bene perché possono far saltare l’equilibrio del gruppo, se non li prendi c’è rammarico. Non c’è mai una controprova. Se ne può parlare a fine stagione, perché se vai in A o te la giochi ai playoff vuol dire che ha avuto ragione il club e le ipotesi vanno nel dimenticatoio. La Salernitana ha una coppia d’attacco importante”

Sezione: Esclusive TS / Data: Mer 24 marzo 2021 alle 18:00
Autore: Luca Esposito / Twitter: @lucesp75
Vedi letture
Print