SALERNITANA: i miracoli di Castori nell'anno horribilis

26.10.2020 12:00 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: Il Mattino
SALERNITANA: i miracoli di Castori nell'anno horribilis
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com

Il trainer granata è tra coloro che hanno conquistato più punti dal momento della ripartenza del calcio in Italia dopo il lockdown di marzo. Nelle ultime dieci partite della scorsa stagione, Castori ha sfiorato una miracolosa salvezza col Trapani, svanita anche a causa di una penalizzazione rimediata dalla società siciliana, conquistando diciannove punti su ventisette a disposizione e perdendo solo una volta, a Pisa (2-3), in circostanze rocambolesche. In Italia, dal momento della ripartenza in poi, solo un allenatore è rimasto imbattuto e si tratta di un altro che conosce sia la piazza di Salerno sia Lotito, ossia Stefano Pioli, allenatore della Salernitana nell'ormai lontano 2003-04, stagione in cui Fabrizio Castori conquistava la B col Cesena, e poi con una esperienza alla Lazio. Pioli non ha mai perso nelle dodici giornate finali dello scorso torneo di massima serie ed è ancora imbattuto (in attesa del match di stasera con la Roma) anche nel torneo in corso. Con undici punti in cinque gare Castori ha battuto se stesso in relazione alla sua prima esperienza a Salerno.

Nella stagione 2008-09 il trainer marchigiano perse una sola partita, in casa con la Triestina, collezionando dieci punti e toccando l'apice alla settima giornata quando, dopo la vittoria di Piacenza, portò la Salernitana al primo posto con quattordici punti. In quella stagione la Salernitana aveva esordito all'Arechi contro il Sassuolo, battendolo di misura grazie ad un rigore trasformato da Di Napoli, per poi pareggiare con il Cittadella in trasferta, e superare in casa (3-2) il Frosinone. Il primo blitz esterno arrivò alla quarta giornata e fu determinato da un gol di Fava che regalò i tre punti ai granata in casa del Modena per un totale di dieci punti in quattro giornate. Alla quita sarebbe arrivato il ko con la Triestina, seguito dal pari col Pisa e dal successo di Piacenza per un totale di quattordici punti in sette gare, in perfetta media inglese. I problemi in quel campionato sarebbero arrivati in seguito. C'è di più: finanche nella stagione della promozione in A col Carpi (2014- 15) Castori non aveva raccolto tanti punti. Con gli emiliani si era fermato a quota nove, senza mai perdere, ma pareggiando tre volte su cinque. In quella stagione, che si sarebbe poi rivelata una cavalcata trionfale per il Carpi, Castori esordì pareggiando a Livorno, poi superò di goleada il Varese in casa (4-2), strappò in extremis un pareggio a Crotone (1-1 con gol di Poli al 90'), pareggiò in casa col Trapani (2-2)ed infine colse un importante successo esterno (1-2) a La Spezia. Tra tutti questi numeri resta una costante: la Salernitana è sempre stata in buona posizione nelle prime giornate di campionato. Resta da capire se questa volta vi resterà fino alla fine.