E' inutile nasconderlo: la Salernitana ha disputato una prima parte di stagione in modo straordinario, inaspettato. Gli uomini di mister Castori hanno messo a segno una serie di risultati positivi che li ha spinti in alto, fino al secondo posto. Un secondo posto che è il frutto di nove vittorie, quattro pareggi e altrettante sconfitte. Un bilancio di questo tipo la squadra granata non lo aveva da diversi anni. 

Il cammino in queste prime diciassette giornate è da promozione diretta, ma conosciamo l'imprevedibilità del calcio. E quindi attenzione a volare troppo l'immaginazione: il campionato è lungo e pieno di insidie. Nulla è stato fatto, ma c'è ancora tanto da fare. La strada è quella giusta, non abbandoniamola. La rosa del cavalluccio marino ha ampi margini di crescita sia sotto l'aspetto mentale, sia tecnico-tattico. Può essere l'anno giusto, quello della svolta. L'obiettivo minimo deve essere la salvezza, una volta raggiunta poi si potrà puntare a qualcosa di più ambizioso. I play-off sono alla nostra portata, proviamoci fino alla fine. E soprattutto crediamoci: abbiamo tutte le carte in regola per fare bene e per dire la nostra.

Sezione: News / Data: Mar 12 gennaio 2021 alle 17:00
Autore: Orlando Aita / Twitter: @OrlandoAita1992
Vedi letture
Print