Nel corso di un'intervista rilasciata ai colleghi della Gazzetta di Reggio, il direttore sportivo della Reggiana Doriano Tosi ha intelligentemente buttato acqua sul fuoco rispetto alle tante polemiche dell'andata. Sicuramente la Salernitana troverà un ambiente bello carico e tanta voglia di riscatto dopo lo 0-3 a tavolino, ma probabilmente anche la società avversaria ha capito che non ci fu nessun gesto antisportivo ma solo l'applicazione di un regolamento. Di seguito uno stralcio delle sue dichiarazioni:

Discorso infortunati. Come stanno Rossi ed Ardemagni?

«Ardemagni ha una frattura al metacarpo e dobbiamo capire se fare un piccolo intervento mettendo una placchetta. Per Rossi valuteremo meglio in questi giorni. Abbiamo comunque fuori altri giocatori importanti come Cerofolini e Kargbo: quest’ultimo in una partita come quella di sabato avrebbe potuto fare molto bene sfruttando gli spazi».

Eppure, ad oggi, sareste salvi, ed altre squadre sono state risucchiate nel gruppone...

«Con questi punti in altri anni avresti potuto trovarti a metà graduatoria. Nelle ultime sei gare abbiamo ottenuto quattro successi ma dobbiamo continuare a tenere le mani sul manubrio. A cominciare da venerdì, sfida difficilissima contro un avversario fisico, esperto e strutturato».

Dica la verità, dopo quello che è successo all’andata sognate una rivincita?

«Vincere sarebbe molto bello, ma faccio un appello a tutto l’ambiente granata: lasciamo da parte quello che è accaduto qualche mese fa, non sprechiamo energie per polemiche futili. L’unico obiettivo deve essere quello di provare a fare punti contro una squadra molto organizzata».

L’impegno è arduo, ma la Reggiana con le “big” ha già ottenuto diversi risultati positivi.

«È vero, ma è altrettanto vero che anche le altre fanno la stessa cosa. Guardate il Pescara che è andato a pareggiare a Empoli e Frosinone. In questo modo la quota salvezza si alza e potrebbero non bastare 42 punti. Adesso ci aspettano tre partite proibitive contro Salernitana, Venezia e Lecce: ce la giochiamo, con un atteggiamento umile ma mettendo in campo le nostre caratteristiche». —

Sezione: News / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 23:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print