GIOVANILI - I match da ricordare di un'annata a metà

Primavera ancora in attesa della sospensione definitiva
04.06.2020 17:30 di Davide Maddaluno   Vedi letture
GIOVANILI - I match da ricordare di un'annata a metà

Concludiamo il viaggio di approfondimento a ritroso nel tempo sulla stagione del settore giovanile granata, passando in rassegna i match che hanno maggiormente segnato i campionati delle rispettive formazioni. La Primavera, il cui de profundis non è stato ancora ufficializzato, ha interrotto il suo percorso sul più bello nel pieno di una crescente maturazione calcistica di singoli e collettivo. Le convocazioni di Galeotafiore, Milani e Iannone con la prima squadra nel ritiro post lockdown ne sono solo un piccolo esempio lampante. Le vittorie esterne con Pisa e nel derby di Benevento dell'ultima dell'andata segnano la svolta per il gruppo di Pisapia e Rizzolo che nel girone di ritorno hanno marciato a velocità doppia, prendendosi belle rivincite con Lecce e Cosenza in particolare.

L'Under 17 del dimissionario Mario Landi ha toccato il suo punto più basso con gli 8 goal presi in casa dalla Roma ma ha avuto modo di togliersi comunque delle belle soddisfazioni. Il pari nel derby esterno con il Napoli capolista guida la sequenza di sfide da non dimenticare, seguite a ruota da altri due, vittoriosi, derby: quelli con la Juve Stabia sconfitta sia all'andata che al ritorno. Quella del "Volpe", con tanti Under 16 schierati in campo, la miglior prestazione stagionale. 

Discorso piuttosto analogo per l'Under 16 dell'altro tecnico uscente Ernesto De Santis. Le migliori performance dei granatini si registrano nei big match in salsa regionale con il Benevento con due avvincenti pareggi sia nel Sannio che all'ombra d'Arechi. Unico successo quello all'inglese in Ciociaria con il Frosinone.

Bilancio più che soddisfacente per la più giovane rappresentativa nazionale del settore giovanile della Salernitana. L'Under 15 guidata da Pasquale Cerrato stazionava al sesto posto a ridosso delle big al momento dello stop forzato del campionato, denotando ampi margini di crescita e miglioramenti collettivi. Dal primo hurrà interno con il Cosenza al pari che grida vendetta nel derby di ritorno con il Napoli passando per le vittorie con Crotone, Trapani, Perugia, Benevento, di nuovo Cosenza e Juve Stabia: il menù giusto per ripartire con nuova lena l'anno prossimo.