C'era voglia di non fermarsi, di continuare almeno per altre due giornate prima di chiudere la regular season nei primi giorni di maggio. Invece l'assemblea delle squadre di serie B, con la Salernitana astenuta, ha portato avanti il lodo Galliani che prevedeva lo stop fino al prossimo 1 maggio. Dunque quella lunga scia di risultati utili consecutivi di una squadra granata che è diventata la vera sorpresa di questa stagione si è interrotta sul più bello. Con una classifica importante che la pone al terzo posto alle spalle del Lecce (un sol punto di differenza) e cinque punti di vantaggio sul Monza, quel Monza che doveva essere inizialmente la mattatrice del campionato e che si ritrova al quarto posto in classifica, lontano tanto da quella zona promozione.

Eppure nella griglia di partenza del torneo di B da parte del più autorevole quotidiano sportivo nazionale la squadra di Castori era stata collocata in terza, vale a dire da centroclassifica e, forse, con qualche velleità di arrivare ai play off promozione. Insomma da non credere quando si fanno certe valutazioni iniziali che, poi, vengono smentite dai fatti. Ed oggi i fatti dicono che la Salernitana è tra le regine di questo campionato di serie B. Sessanta punti, solo quattro giornate alla fine della stagione, ipoteticamente con 70 punti si arriva in serie A. Ce ne sono a disposizione 12, con due partite in casa e due in trasferta. Dunque questo grande sogno che si sta accarezzando potrebbe essere realtà da qui al 10 maggio quando si concluderà la regular season ed i giochi saranno fatti per primo e secondo posto. E facendo un passo indietro, riguardando la bella vittoria contro il Venezia sui titoli di coda della gara, non possiamo non evidenziare il grande impegno della compagine di Castori che nei minuti di recupero della gara contro i veneti ha ribaltato la gara arrivando ad una vittoria che sembrava irraggiungibile.

Ora c'è attesa per la gara contro il Monza, quel Monza che come detto doveva essere la lepre del campionato di serie B ma che invece si trova ad inseguire un miraggio lontano 16 punti dalla prima piazza e sei dalla seconda posizione. Ma in mezzo c'è la squadra granata arbitro di un finale di stagione che potrebbe riservare tantissime dolcezze alla squadra di Castori. Così come si augurano i tifosi granata che aspettano da 23 anni la promozione in serie A.

Sezione: Editoriale / Data: Mer 21 aprile 2021 alle 11:30
Autore: Enzo Sica
Vedi letture
Print