Intervenuto durante la trasmissione Tifosissimi organizzata dal Salerno Club 2010 e in onda ogni giovedì su Telecolore alle 20:30, l'ex attaccante della Salernitana Edoardo Artistico ha parlato dell'attuale campionato di B senza nascondere il suo tifo per i colori granata: "Seguo sempre la Salernitana. Ovviamente la B di oggi non si può paragonare a quella dei miei tempi, sono cambiate tantissime cose a partire dalla comunicazione e dalla tattica. Il nostro 4-3-3 era quello "originale", con terzini che spingevano, attaccanti che riuscivano a capitalizzare le occasioni e un centrocampo di qualità che si proponeva costantemente nella metà campo avversaria. Demmo veramente spettacolo, ci rendevamo conto che sapevamo giocare al calcio. Oggi va molto di moda il 3-5-2, un sistema di gioco che garantisce equilibrio in entrambe le fasi e che permette, se fatto bene, di conquistare un buon numero di punti anche in trasferta. Sono fortemente convinto, però, che non siano queste le componenti che fanno la differenza. La mia Salernitana vinse una B difficilissima con largo anticipo perchè garantì continuità, attaccamento alla maglia, spirito di gruppo e voglia di regalare un sogno ai tifosi. Ci sono elementi che sinceramente ravviso anche in questi ragazzi, in fondo bastava segnare tre calci di rigore per ritrovarsi in vetta alla classifica. Non so se sia un discorso di personalità o di ansia da risultato, anche a me capitò proprio a Salerno di sbagliare due rigori consecutivi a cavallo delle due stagioni. Succede, magari la prossima volta ci sarà in campo Kiyine e taglieremo la testa al toro. Battute a parte, non tutti avevano pronosticato che i granata potessero tener testa a squadre molto attrezzate. Il Lecce e la Spal stanno facendo fatica ma i valori verranno fuori, ad ora credo che Empoli e Monza siano un gradino più in alto rispetto alla Salernitana ma non escludo affatto che possa arrivare la promozione diretta. So cosa voglia dire vincere in quella piazza, so quanto la gente ti porterebbe in trionfo facendoti sentire importante. Anche ora che le porte sono chiuse si creerebbe un clima che fa la differenza". 

Sezione: News / Data: Ven 05 marzo 2021 alle 13:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print