Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa emesso dal club Mai Sola presieduto da Antonio Carmando. Stiamo parlando, è bene sottolinearlo, di uno dei gruppi più attivi in Italia, con un progetto che ha sempre coinvolto tantissimi giovani e che ha saputo abbinare passione sportiva, cultura e solidarietà grazie anche alla collaborazione di un consiglio direttivo di livello e che si avvale, tra gli altri, dell'esperienza e della saggezza di Ernesto Natella. Una vera e propria famiglia che non vede l'ora di ripartire con rinnovato entusiasmo e che ha sempre sostenuto la Salernitana senza mai abbandonarla. Soprattutto nei momenti di difficoltà. Ecco la nota: 

"Meno male che c’è la Salernitana. E’ proprio il caso di dirlo. In un contesto drammatico a causa di questa pandemia che sta devastando migliaia di famiglie sotto tutti i punti di vista e che ci ha strappato barbaramente alcuni compagni d’avventura che ora ci guardano da lassù, per i veri innamorati come noi è bellissimo vedere una squadra che, al di là della classifica lusinghiera, sta onorando la maglia incarnando i valori della gente. Il Club Mai Sola, che ha contestato quando necessario anche con toni molto duri, ha seguito sempre e dappertutto il cavalluccio marino, con amore incondizionato, senza secondi fini e un senso d’appartenenza che è caratteristica principale della torcida granata. Ora sarebbe il caso di mettere da parte qualsivoglia polemica e malumore, senza fare il gioco di chi non vuole il bene della Salernitana. Ultras, club organizzati, provincia, tifosi residenti in altre regioni: facciamo quadrato attorno a questa squadra che, penalizzata da qualche episodio arbitrale e senza poter contare sul dodicesimo uomo, ha deciso di combattere per tutti noi conquistando risultati inaspettati. Insieme possiamo fare la differenza anche a distanza, trasmettere alla Salernitana la spinta necessaria per il rush finale in attesa che riaprano gli stadi e ci si possa riabbracciare come accadeva fino a un anno fa, quando nessuno poteva immaginare cosa ci stesse riservando il destino. Naturalmente anche le nostre attività sono sospese in attesa di tempi migliori, ma siamo pronti a ripartire con entusiasmo e voglia di fare sposando progetti che coniughino l’amore per la Salernitana alla solidarietà. Il Covid, calcisticamente parlando, ha messo a dura prova la resistenza dei club, costretti a sostenere spese e sacrifici pur senza potersi aggregare in sede o presso quello stadio che è un po’ una seconda casa. Passerà. E sarà ancora più bello festeggiare assieme, nel rispetto di tutti e senza inutili divisioni. Per amore di Salerno, per l’orgoglio di essere salernitani. Un pensiero finale e doveroso a Patryk Dziczek, un combattente che ha rischiato la vita per la maglia e che ha indossato con fierezza la tuta granata non appena è stato dichiarato fuori pericolo. Lo aspettiamo presto in campo, pronti ad applaudire anche il nostro capitano Francesco Di Tacchio che, per attaccamento e professionalità, è e sarà sempre parte importante della nostra storia. Ora e sempre forza Salernitana, non sarai Mai Sola".

Sezione: Tifo granata / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 22:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print