L'esclusione dalla lista dei convocati per la trasferta di Ascoli non ha lasciato indifferente Alessandro Micai. Pur  consapevole di essere stato bocciato da mister Castori sin dal primo giorno di ritiro, il pipelet mantovano sperava di potersi accomodare almeno in panchina per respirare l'aria della competizione ufficiale. Niente da fare, però. Anche stavolta, come accade ormai da fine luglio, l'ex Bari ha dovuto guardare i compagni e quell'Adamonis riuscito comunque a tornare a casa senza reti al passivo. Nonostante l'incoraggiamento di molti tifosi (gli stessi che, dopo Empoli, invasero la sua bacheca facebook con parole obiettivamente fuori luogo), Micai è ai margini della squadra e un suo reinserimento sarebbe preso in considerazione soltanto in caso di forfait di Guerrieri. La spaccatura è insanabile e la prossima estate si troverà una soluzione. Probabile possa essere il vice di Reina alla Lazio, ma è facile prevedere che in B non mancherebbero gli estimatori al netto dell'anno di inattività. Altri, invece, dicono che tornerebbe volentieri al Bari a prescindere dalla categoria. Ad ogni modo l'agente, Graziano Battistini, non è soddisfatto della gestione e, a bocce ferme, incontrerà il direttore sportivo Angelo Fabiani per fare il punto della situazione. SI potrebbe pensare anche ad una rescissione, ma sarebbe operazione alquanto onerosa per le casse granata. Più semplice cederlo o utilizzarlo come pedina di scambio, considerando soprattutto che il tandem Belec-Adamonis dovrebbe proseguire l'avventura in granata anche nella prossima stagione. 

Sezione: Mercato / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 19:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print