Da settembre scorso il piede non si è mai staccato dall'acceleratore, neppure per un secondo. In tutti questi mesi, infatti, la Salernitana ha spinto costantemente, con la voglia di voler arrivare al traguardo tra le prime di tutta la Serie B. Possibilmente tra le prime due. Ma per riuscirci e vedere sventolare da molto lontano la bandiera a scacchi toccherà ora fare l'ultimo sforzo. Il più importante. Per cui, vietato decelerare. Ma fino ad oggi la squadra di Fabrizio Castori non ha mai deluso le aspettative, anzi ha sorpreso costantemente. La Salernitana ha in panchina un esperto di finali di stagione. Certo anche lui in qualche circostanza è incappato in più di un problema, ma negli ultimi tempi le squadre di Castori non hanno mai rallentato in chiusura di stagione. Anzi. Nella mente di tutti è ancora ben presente la clamorosa e inaspettata rincorsa effettuata con il Trapani dodici mesi fa con la conquista di 9 punti sui 12 disponibili. Niente affatto male. Così come il rendimento tenuto con il Cesena nel 2017-18 e con il Carpi nel 2016-17, in entrambe le occasioni furono 8 i punti totalizzati ma proprio come nel primo caso non bastarono per evitare la retrocessione o conquistare la Serie A. Proprio lei, che questa volta però è davvero lì ad un passo. Ma per raggiungerla servirà oltre che un pizzico di buona sorte soprattutto un finale di stagione a tutta velocità.

Sezione: News / Data: Mer 21 aprile 2021 alle 22:30 / Fonte: il Mattino
Autore: TS Redazione
Vedi letture
Print