Belec 6,5: non deve compiere interventi eccezionali, ma si fa sempre trovare pronto quando chiamato in causa. Attento su Gargiulo, lo ipnotizza quando calcia una sorta di rigore in movimento. Perfetto nelle uscite.

Bogdan 7,5: vince il ballottaggio con Aya, anche stavolta Castori ha ragione. Grandissima prestazione, sempre al posto giusto al momento giusto. La sblocca con un grande colpo di testa a 4 minuti dalla fine.

Gyomber 7: altra partita sontuosa del calciatore accolto con troppo scetticismo dalla piazza, ma che sta dimostrando di essere un valore aggiunto. Peccato per il giallo, ma è insuperabile.
 

Mantovani 7: due partite con lui in campo, zero gol subiti. Non può essere un caso. Primo tempo mostruoso, nell'uno contro uno non lo salta nessuno. Leggero calo nella ripresa, dettato da una condizione fisica ancora non ottimale. E figuriamoci quando sarà al 100%...

Casasola 5,5: se a Cosenza era stato uno dei migliori, oggi ha sbagliato quasi tutto quello che poteva sbagliare. In fase di spinta è tremendamente impreciso, non si contano i palloni che perde e fa fatica a ritrovare la posizione. Il peggiore della Salernitana assieme a Dziczek, ma da una sua iniziativa nasce il calcio d'angolo della vittoria.

Kupisz 6: non ha fatto benissimo, in fase di spinta si è visto poco e non ha sfornato i soliti cross precisi per la testa degli attaccanti. Ma non si può mai dare una insufficienza ad un calciatore che corre per quattro e che tatticamente ha una intelligenza sopra la media per la categoria.

Di Tacchio 7,5: canta e porta la croce, come sempre. Baluardo insormontabile, solo chi capisce poco di calcio può mettere in discussione uno dei migliori centrocampisti della categoria. Indomito lottatore, eravamo certi che con Castori sarebbe tornato il muro del primo anno.

Dziczek 5: da un po' di tempo a questa parte si dice che è l'unico regista in rosa, in realtà a noi sembra che faccia meglio in marcatura che in impostazione. Lento e compassato, non alza mai il ritmo e spreca anche una buona occasione dal limite dell'area. Sopravvalutato?

A.Anderson 6: si accende a intermittenza. A tratti devastante, a tratti un pesce fuor d'acqua avulso dalla manovra. Meglio quando gioca in verticale e punta la porta, sull'esterno si perde.

Djuric 5,5: ottimo primo tempo, due volte manda in porta Tutino con giocate di alto livello ma la difesa del Cittadella si oppone bene. Nella ripresa cala fisicamente e va in apnea.

Tutino 6: lo abbiamo detto già in passato, lo ribadiamo ora: è un calciatore vero perchè riesce a incidere e a meritare la sufficienza anche quando non segna e non tira in porta. Si muove a tutto campo a caccia di palloni giocabili, quando punta l'uomo è sempre imprevedibile.

Capezzi 5,5: si vede pochissimo, ma almeno ci mette un pizzico di cattiveria agonistica in più.

Cicerelli 6: servito poco, ma anche stavolta il suo ingresso accende la Salernitana. Suo l'assist per il gol vittoria.

Aya 6: entra in un momento delicato della partita e non sbaglia nulla.

Castori 7: bastano i numeri e l'atteggiamento del gruppo per certificare il suo grande lavoro.

Sezione: News / Data: Sab 05 dicembre 2020 alle 18:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print