PAGELLE: Kupisz tra i migliori, Di Tacchio un leone. Belec-Gyomber. piacevoli conferme

20.10.2020 23:50 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
PAGELLE: Kupisz tra i migliori, Di Tacchio un leone. Belec-Gyomber. piacevoli conferme
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com

Belec 7: sabato scorso era stato provvidenziale contro il Pisa, oggi i suoi guantoni fruttano un punto importante. Due interventi decisivi nel primo tempo, quando vola all'incrocio e respinge d'istinto su Vandeputte. Senza dimenticare un tiro insidioso di Pontisso deviato in angolo con bravura. Bravissimo anche su Gori nel finale.

Casasola 5: corre tantissimo, denotando una tenuta atletica eccezionale. Ma se si valuta una partita di calcio e non una gara di 100 metri non si può dare un giudizio sufficiente. Suo l'errore sul gol del pareggio, quando perde banalmente la marcatura. Ha una grande chance nella ripresa, colpisce la palla come peggio non potrebbe. Innumerevoli i cross sbagliati anche da posizione favorevole.

Aya 6,5: l'anno scorso, nel 3-5-2, soffriva abbastanza. Quest'anno sembra essere davvero un calciatore di livello per la categoria. Pochi fronzoli e tanta sostanza. Del resto il difensore deve evitare i gol, non far partire l'azione con un tiki-taka assolutamente inutile. Capito, Ventura?

Gyomber 7: dà la sensazione di leggere sempre in anticipo tutte le situazioni, anche quelle più complicate. Ottimi due interventi in area piccola, bravo a seguire ovunque Marotta anche a costo di avvicinarsi alla metà campo.

Lopez 6: un suo errore spiana la strada a Vandeputte, per fortuna Belec ci mette i guantoni. Cresce con il passare dei minuti, mostrando anche eleganza e sangue freddo in qualche disimpegno.

Di Tacchio 7: ma come si fa a mettere in discussione un calciatore che combatte, recupera palloni, corre, si inserisce e copre la difesa con tale bravura? A volte sbaglierà qualche appoggio, ma avesse un piede un po' più delicato giocherebbe ad occhi chiusi in un'altra categoria. Conquista con astuzia e cuore il rigore del vantaggio. Bravo a verticalizzare e ad avviare riaprtenze pericolose.

Schiavone 7: crescita fisica notevole per questo ragazzo che, in verità, già contro il Pisa era entrato bene. Recupera una infinità di palloni trasformando in scioltezza l'azione da difensiva ad offensiva.

Lombardi sv

Kupisz 7: che bella sorpresa questo  calciatore che, in realtà, in B ha giocato e non per caso una marea di partite. Primo tempo di grande disciplina tattica, nella ripresa duetta bene con Casasola e fa partire tante azioni interessanti.

Tutino 6: stavolta le polveri sono bagnate, ma non è mai banale quando tocca il pallone. Dà sempre l'impressione di poter inventare qualcosa. Lascia il campo visibilmente contrariato.

Djuric 7: secondo gol stagionale, sempre in trasferta. Considerando che ha giocato sabato e che veniva dal tour de force con la Nazionale si può dire abbia davvero un'ottima condizione atletica. Di testa le prende tutte, proprio come temeva Di Carlo. Fa salire la squadra e ha caratteristiche uniche in questo sistema di gioco. Da applausi.

Cicerelli 6: ci mette un po' ad entrare in partita, anche perchè ha un indurimento al polpaccio che incide. Cresce nel secondo tempo e sfiora il gol della vittoria.

Capezzi 5,5: anche oggi approccio non sufficiente, fotografia perfetta il corner al 94' calciato addosso all'avversario.

A.Anderson 6: discorso opposto a quello di Capezzi. Tecnicamente di un altro livello.

Veseli, Giannetti sv

Castori 6,5: la sua Salernitana ha idee, grinta, organizzazione e determinazione. Il gioco in verticale, le sovrapposizioni degli esterni e la cattiveria agonistica stanno diventando peculiarità evidenti. 8 punti in 4 gare ostiche e una tenuta atletica invidiabile: è, ad oggi, un valore aggiunto.