SALERNITANA: cinque scontri diretti nelle ultime sei gare

06.07.2020 13:30 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: La Città
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
SALERNITANA: cinque scontri diretti nelle ultime sei gare

Sei partite al traguardo finale, 540’ da vivere tutti d’un fiato. La vittoria nel derby con la Juve Stabia di venerdì sera rilancia la Salernitana nella volata finale di quest’anomalo campionato di serie B: il primo successo dopo la ripresa avuta in seguito allo stop forzato per l’emergenza coronavirus rafforza le speranze di conquistare la post-season per gli uomini di Gian Piero Ventura. Sarebbe già un risultato: nella nuova era targata Claudio Lotito e Marco Mezzaroma - ma anche nell’ultra-centenaria storia del club dell’ippocampo vista l’istituzione della “coda” del campionato soltanto da pochi anni - i granata non sono mai riusciti a centrare la qualificazione agli spareggi promozione, finendo invece per ben due volte (sempre vincenti) nel limbo dei playout. Il gioco si è fatto duro e il “macte animo” della Salernitana sta iniziando ad emergere. Adesso servirà tanto coraggio perchè ben cinque delle ultime sei gare saranno scontri diretti. Un vero e proprio playoff anticipato. La situazione attuale. I 47 punti ottenuti finora da Djuric e compagni consentono ai supporters della Bersagliera di toccare concretamente quello che era l’obiettivo stagionale, mai sussurrato in maniera troppo velata dall'ex ct della Nazionale italiana che, sin dal suo approdo in panchina, ha puntato l’asticella su altri traguardi, come quelli di «riconquistare il pubblico» e «creare un’identità di squadra». Desideri più o meno raggiunti dal trainer ligure che, adesso, insieme ai suoi calciatori, dovrà dare il via a uno sprint finale dove non si potrà steccare. Perché, come spesso accade, anche nella serie B edizione 2019/2020 la classifica resta cortissima, nella “parte nobile” (fatto salvo per il super Benevento che ha raggiunto la promozione con ben sette turni d’anticipo) che nelle sabbie mobili della zona retrocessione. Equilibrio regnante che, dunque, non ammetterà passi falsi.