Sospiro di sollievo. Il referto dei controlli alla caviglia destra di Mamadou Coulibaly strappa un timido sorriso all’intero ambiente Salernitana. Gli esami strumentali a cui si è sottoposto ieri il centrocampista senegalese hanno scongiurato danni ai legamenti, con il trauma distorsivo rimediato nel primo tempo della sfida con il Frosinone che dovrebbe tenere l’ex Udinese fuori per due settimane. Coulibaly salterà le sfide con Entella e Venezia, mettendo nel mirino il big-match con il Monza del prossimo 20 aprile. Tanto dipenderà dalle condizioni dell’articolazione messa a dura prova dalla stazza del mediano africano, seppur filtri un cauto ottimismo legato a doppio filo alla volontà del calciatore di essere protagonista nel rush finale di campionato. Scacciato lo spettro del sipario anticipato sulla stagione del numero due granata che aveva fatto sobbalzare Fabrizio Castori, preoccupato nel post-Frosinone per l’infortunio di uno dei suoi pretoriani, sempre in campo dal primo minuto nelle quindici presenze inanellate sin dall’arrivo nella finestra di gennaio.

Coulibaly ha già iniziato l’iter per il recupero, con tanto di seduta fisioterapica immortalata sul proprio profilo Instragram, ringraziando i tifosi per l’affetto testimoniato attraverso i tanti messaggi di sostegno arrivati nelle scorse ore. Alla ripresa degli allenamenti dopo il prezioso successo sul Frosinone, insieme a Coulibaly sono rimasti sul lettino dell’infermeria anche Cedric Gondo e Ramzi Aya. Il primo è ancora alle prese con le noie muscolari che lo mettono in fortissimo dubbio anche per la trasferta di Chiavari in programma sabato alle ore 14. Ben più grave il risentimento al retto femorale che attanaglia Aya dalla vigilia della sfida con il Cosenza dello scorso marzo. «Purtroppo il mio infortunio è più lungo del previsto, ci vediamo sul più bello», il messaggio postato dal centrale italo-tunisino sui propri canali social. Solo lavoro differenziato per i lungodegenti Lombardi e Guerrieri. Emergenza infortuni acuita anche dal turno di squalifica comminato dal Giudice Sportivo a Pawel Jaroszynski. Il difensore polacco non ci sarà nel match con l’Entella, scaricando così le ammonizioni accumulate in stagione prima con la maglia del Pescara e poi con quella granata. La lista dei diffidati in casa Salernitana resta comunque molto lunga, con Di Tacchio che va ad aggiungersi a Kiyine, Tutino e Djuric, oltre agli infortunati Aya e Coulibaly. Una buona notizia arriva però dal rientro in gruppo di Riza Durmisi.

Sezione: News / Data: Mer 07 aprile 2021 alle 09:00 / Fonte: La Città
Autore: TS Redazione
Vedi letture
Print