SALERNITANA: provate due formazioni: quella di lunedì e quella…del futuro

13.09.2019 21:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
SALERNITANA:  provate due formazioni: quella di lunedì e quella…del futuro

E’ opinione assai diffusa che la vera Salernitana si vedrà soltanto tra qualche settimana, merito dei progressi fisici di calciatori giunti a Salerno in ritardo di condizione e del progressivo recupero degli infortunati. E’ evidente che l’undici che ha affrontato Pescara e Cosenza e che scenderà in campo col Benevento sarà diverso da quello base che l’allenatore ha in mente da tempo. Non a caso in queste due settimane il trainer Giampiero Ventura ha provato una serie di soluzioni proponibili nell’immediato, ma anche in ottica futura. Contro i giallorossi, dando per scontato il recupero di Kiyine, la Salernitana giocherà così: Micai in porta, Karo, Migliorini e Jarosxynski in difesa, Di Tacchio in cabina di regia affiancato da Odjer e Firenze, con Kiyine a sinistra, Cicerelli a destra e il tandem Giannetti-Jallow in avanti. Già a Trapani potrebbe cambiare qualcosa a centrocampo, complice la lunga assenza di Akpro: dentro Dziczek e Di Tacchio utilizzato come mezz’ala pronto ad alternarsi con i compagni in base alle caratteristiche degli avversari e alla contingenza della gara. Come mezz’ala di inserimento è stato provato anche Cicerelli, nato in questo ruolo con Grassadonia ai tempi della Paganese. Sarà soluzione valida non appena Lombardi riprenderà il suo posto sulla destra. Quando Cerci sarà al top è inevitabile sia considerato un titolare: in teoria agirà al fianco di Giannetti, ma Ventura ha provato anche il 3-4-3 con Di Tacchio e Dzickez insieme a garantire copertura. A leggerla così si può dire che una Salernitana così completa e di qualità non si vedeva da anni.