GAGLIANO: "Castori grande uomo e allenatore di valore. La maglia venga prima di tutto"

18.10.2020 22:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
GAGLIANO: "Castori grande uomo e allenatore di valore. La maglia venga prima di tutto"

Intervenuto durante la trasmissione Tifosissimi, in onda su Telecolore, l'ex dirigente sportivo Salvatore Gagliano (tra l'altro noto tifoso della Salernitana) ha espresso parole lusinghiere nei confronti del tecnico Fabrizio Castori: "Sono legato a lui da un rapporto di profondo affetto e di grande stima professionale, è una persona perbene e un lavoratore eccellente. Quando ho letto sui giornali che il suo nome era accostato alla panchina della Salernitana, l'ho telefonato immediatamente per capire quanto fossero vere quelle notizie. Mi ha confermato che c'era, da tempo, una trattativa e che non vedeva l'ora di tornare: è molto legato alla città, ancor di più perchè ama il mare, ha uno splendido ricordo della tifoseria e vuole chiudere un cerchio rispetto all'esperienza del 2009 che si chiuse con due esoneri. Le sue squadre, contro di noi, hanno sempre fatto partite importanti. Ricordo il 2-1 del Carpi in zona Cesarini, quando continuò ad aggredire e ad attaccare senza accontentarsi del pareggio. Qualche mese fa il Trapani lasciò l'Arechi con una sconfitta che definirei immeritata. Mi viene ancora in mente un Carpi-Juventus 2-3, partita in cui i biancorossi sfiorarono il gol del 3-3 e misero sotto la corazzata di Allegri scatenando la reazione furiosa del mister bianconero. Quel Carpi, dopo il suo ritorno, viaggiò ad una media punti da salvezza e meritava il mantenimento della categoria. Sostegno e fiducia, può essere lui il valore aggiunto della Salernitana. La mia speranza è che, finalmente, si possa tagliare quantomeno il traguardo dei playoff in una B come sempre attrezzata, imprevedibile ed equilibrata. I tifosi sono scettici e contestano, ma sono sempre convinto che la maglia venga prima delle società e di tutto il resto". Concetto ribadito anche oggi sulla sua pagina facebook e che non possiamo che condividere in pieno.