SALERNITANA: Ventura si gioca tutto in 180 minuti

29.06.2020 11:30 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: La Città
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
SALERNITANA: Ventura si gioca tutto in 180 minuti

La Salernitana è in ritiro a Battipaglia. Fa base lì, la squadra di Gian Piero Ventura, per preparare le cinque giornate di Salerno. Quelle nelle quali si deciderà il futuro dei granata, al termine del doppio confronto casalingo con Cremonese prima e Juve Stabia poi. Oggi e venerdì, due tappe nella stessa settimana che potrebbero rilanciare le ambizioni dell’ippocampo dopo i passaggi a vuoto con Pisa ed Entella alla ripresa del campionato dopo la lunga sosta. Se il secondo posto che vuol dire promozione diretta resta un’utopia (dopo 180’ la formazione di Ventura non è riuscita a ridurre il gap con il Crotone, prendendo un ulteriore punto di distacco dai pitagorici, ora distanti 8 lunghezze), è pur vero che le altre formazioni attualmente nella griglia playoff, ad eccezione di Spezia e Cittadella, hanno attutito la falsa ripartenza della formazione granata.

La Salernitana è momentaneamente (ancora) al settimo posto, e le prossime due gare interne nel giro di cinque giorni appaiono più come un’occasione per blindare almeno l’accesso agli spareggi promozione che una chance per recuperare terreno, e punti, verso le zone più nobili della classifica, ma soprattutto una strada obbligata per respingere gli attacchi delle dirette inseguitrici, che pure hanno ridotto il loro svantaggio dalle ultime posizioni utili per giocarsi la post season. Basta osservare la classifica, che ha rimesso di fatto nuovamente in gioco per i playoff squadre come Entella, Pisa, Perugia, per comprendere come dal settimo posto, quello occupato dalla Salernitana, al dodicesimo, che vede gli umbri di Serse Cosmi reduci da due vittorie e un pareggio nelle ultime tre gare a cavallo del lockdown, ci siano solo tre punti di distacco, divario dentro al quale sono racchiuse ben sei squadre.

Rialzare la testa è l’imperativo di Ventura a partire già da oggi pomeriggio contro la Cremonese, così come altrettanto chiaro è che le prossime due sfide si preannunciano ben più complicate di quello che la classifica sembra suggerire, anche a causa delle due sconfitte consecutive che sia i grigiorossi che la Juve Stabia hanno subito nelle ultime due giornate, complicando, e non poco, i rispettivi piani salvezza. Entrambe le compagini, va da sé, arriveranno in un Arechi deserto a caccia di punti di platino per non compromettere la loro permanenza in categoria.