Che l'arrivo di un attaccante sia legato esclusivamente all'eventuale e improbabile partenza di Niccolò Giannetti è storia nota. Del resto la Salernitana può contare comunque su un talento come Tutino, su una certezza come Djuric (che è richiesto in A e all'estero, ma non parte e anzi rinnova) e su un Gondo che, tornasse quello dello scorso anno, sarebbe un valore aggiunto per tutto il girone di ritorno. Schierare in contemporanea gente come Kiyine, Cicerelli e Anderson che dà del tu al pallone sicuramente esalterà di più le caratteristiche del reparto offensivo, spesso isolato a favore di un gioco meno propositivo e più da battaglia. Stando a quanto filtra, su Giannetti resta vivo l'interesse del Pescara al netto degli arrivi di Asencio e di altri calciatori di prospettiva. Il presidente Sebastiani sa bene quanto mister Breda stimi il calciatore, ma in cambio - ad ora - ha offerto solo contropartite tecniche che non interessano. Solo un divorzio da Galano, piuttosto contestato dalla tifoseria, potrebbe riaprire un discorso che sembra chiuso. E così l'unica società che si è fatta sentire è il Cosenza e tutto ruota intorno a Mbakogu. Se l'ex Carpi desse garanzie fisiche sarebbe tesserato, viceversa ci sarebbe un altro affondo per Giannetti a patto che la Salernitana contribuisca al pagamento di parte dell'ingaggio. Naturalmente una condizione impossibile, soprattutto in virtù dei pessimi rapporti tra i club sfociati anche nel no per Carretta. Ad ora, dunque, e fino alla fine della stagione l'attacco resterà invariato, salvo sorprese ad ora impreviste. Ma le vie del mercato sono infinite. 

Sezione: Mercato / Data: Mer 27 gennaio 2021 alle 18:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print